Errori formali, è tutto pronto

  • 22 Marzo 2019
  • Italia Oggi – Valerio Stroppa

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 37/E di ieri, ha istituito il codice tributo per i versamenti, da effettuare entro il 31 maggio, per la definizione agevolata. Per chi sceglie di pagare in due rate i 200 euro dovuti per ciascuna annualità sanata, il secondo versamento dovrà avvenire entro il 2 marzo 2020. In questo modo si completa il quadro attuativo della ‘pacificazione fiscale’ sulle violazioni formali prevista dall’articolo 9 del decreto legge n. 119/2018. Il codice tributo da utilizzare nel modello F24 è ‘PF99’. Chi si avvale della regolarizzazione dovrà esporlo nella sezione ‘Erario’ e riportare il relativo importo nella colonna dei debiti. L’anno di riferimento dovrà essere quello cui si riferisce la violazione. Se a chiedere il ‘perdono’ è un soggetto che presenta un periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare, va indicato l’anno in cui termina l’esercizio.


questo articolo si trova a pagina 33

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.