Finanziamento soci retromarsh

  • 21 Marzo 2019
  • Italia Oggi – Emilio De Santis

Finanziamenti soci retromarsh: basta che siano indicati nel bilancio per provarli. Ad affermarlo la Corte di cassazione con l’ordinanza n. 6104/2019. Non serve l’ulteriore prova del contratto per dimostrare la legittimità della posta di bilancio ‘finanziamento soci’ e per escludere che essa sia invece da ascrivere a ‘contributi’. I giudici di piazza Cavour hanno bocciato il ricorso presentato dall’Agenzia delle Entrate contro la sentenza della Ctr Sicilia n. 381/34/2011, che aveva confermato la decisione dei giudici di primo grado favorevole alla società. Il caso riguardava un avviso di accertamento per l’anno 2004 con cui si contestava ad una Srl un maggior reddito d’impresa scaturito dalla imputazione a ricavi, quali sopravvenienze attive, della voce contabile di ‘finanziamenti soci’ come rappresentata nel solo bilancio e nella nota integrativa.


questo articolo si trova a pagina 33

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.