L’eccedenza Ace può ridurre i maggiori redditi accertati

  • 22 Marzo 2019
  • Il Sole 24 Ore – Luca Gaiani

Con la circolare n. 5/E diffusa ieri l’Agenzia delle Entrate chiarisce che le eccedenze di Ace sono scomputabili dal maggior reddito accertato. Tuttavia la richiesta deve essere presentata dal contribuente nel corso del procedimento di adesione. In presenza, oltre che di Ace, di perdite pregresse riportabili, lo scomputo può riguardare solo il reddito che eccede l’importo delle perdite. Nel caso di consolidato fiscale, l’utilizzo delle eccedenze Ace si opera solo a livello di singola dichiarazione. Il documento di prassi amministrativa fa il punto sulle modalità di utilizzo delle deduzioni Ace inutilizzate, qualora l’Ufficio accerti un maggior reddito al contribuente. La circolare ricorda che l’agevolazione Ace è stata abrogata dal 2019 ma è salva la possibilità di scomputare le eccedenze ancora presenti nell’esercizio 2018 dal reddito complessivo netto dei periodi d’imposta successivi.


questo articolo si trova a pagina 23

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.