Per il riscatto laurea scelta tra onere ordinario e ridotto

  • 20 Marzo 2019
  • Il Sole 24 Ore – Fabio Venanzi

Un emendamento al decretone su quota 100 e reddito di cittadinanza elimina il requisito anagrafico dei 45 anni per il riscatto agevolato degli anni universitari. Approvata la legge di conversione anche i lavoratori con più di 45 anni potranno riscattare la laurea. I destinatari sono sia i soggetti che hanno contributi prima del 1°gennaio 2016 sia i soggetti contributivi puri. L’onere ordinario per ogni anno da riscattare è pari all’aliquota contributiva di finanziamento vigente nel regime dove viene presentata la domanda di riscatto moltiplicata per la retribuzione goduta nei 12 mesi meno remoti rispetto alla data di presentazione della domanda. Con l’onere agevolato, il costo sarà costituito dal versamento di un contributo pari al valore minimale previsto per le gestioni degli artigiani e commercianti moltiplicato per il 33%, aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche dell’assicurazione generale obbligatoria.


questo articolo si trova a pagina 32

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.